Archive

Apr 2017

LIVING CORRIERE

On
by Nomade_Architettura

DALLA TAVERNA AL SOPPALCO

A Londra lo studio Nomade Architettura trasforma un vecchio magazzino in un loft per una giovane coppia italiana. 200 mq su tre livelli in perfetto stile industriale

A Shoreditch, uno dei quartieri più in voga a Londra, una giovane coppia di italiani ha deciso di acquistare un vecchio magazzino per farne la propria abitazione. L’estetica industriale non è stata alterata ma arricchita da oggetti che i due hanno acquistato durante i loro viaggi o nei mercatini di Portobello Road. «Volevamo vivere in un posto capace di raccontare qualcosa di noi, un diario di viaggio da condividere con i nostri amici», rivelano.
Nomade Architettura, lo studio milanese incaricato dei lavori, ha ripartito i 210 mq interni su tre livelli, di cui uno interrato, dotando il loft di generose altezze necessarie a garantire il passaggio di aria e luce. Il soggiorno, pensato per accogliere gli ospiti, si apre sull’ingresso su strada ed è arredato da un grande divano che domina lo spazio rendendo confortevole il tempo dedicato al relax. Intonaco bianco, mattoni a vista e un parquet chiaro disegnano un ambiente nel quale i materiali in contrasto convivono in perfetta armonia. Lo stesso vale per zona pranzo dove i mattoni lasciano il posto a robuste travi di ferro grezzo cerato che sostengono il soppalco.
Sotto questo sono collocate strategicamente la zona pranzo e la cucina a isola, i cui confini sono evidenziati a terra da un percorso di cementine che danno un tocco di colore all’ambiente. Salendo le scale si raggiunge la camera da letto rischiata dalle vetrate a tutta altezza che affacciano direttamente sulla zona giorno sottostante. Completa l’appartamento un vano interrato che gli architetti hanno convertito in taverna. Dotata di cucina, un grande tavolo da pranzo e un ampio divano, è il luogo dell’ospitalità per eccellenza. «La domenica riuniamo qui i nostri amici per guardare le partite di calcio», dice la coppia, «e ovviamente non può mancare un buon piatto della cucina italiana».

LIVING CORRIERE 
Aprile 2017 – PDF

VILLE E CASALI

On
by Nomade_Architettura

LINEE CLASSICHE E DESIGN ITALIANO

Un appartamento a Milano con un’atmosfera internazionale, firmato da Nomade Architettura per un collezionista d’arte

È una Milano che non ti aspetti quella proclamata a vetrina dello stile italiano
nel mondo. Sfuggente e poliedrica. Nelle periferie e zone centrali convivono racconti del passato e nuove storie del futuro.
“La città è un po’ avveniristica e un po’ provinciale. Un misto tra il risotto e l’acciaio, che mi diverte” ricordava Alberto Lattuada, regista e sceneggiatore. Città dai mille contrasti, capace di accogliere differenti tendenze e nuovi linguaggi. Non c’è da stupirsi, allora, se design italiano ed eleganza inglese si armonizzano in un appartamento di 200 mq nel centro di Milano. Una casa da vivere per una giovane famiglia giramondo che, dimenticata nebbia
e frenesia cittadina, ritrova al suo interno una dolce serenità. “Il proprietario è un collezionista d’arte e i frequenti viaggi con la sua famiglia hanno creato l’esigenza di ricercare un rifugio durante il soggiorno a Milano” spiega l’architetto Selina Bertola, curatrice della ristrutturazione e fondatrice dello studio Nomade Architettura (www.nomadearchitettura.com). L’impronta stilistica era chiara e ben definita: linee classiche con richiami al design italiano.
“L’atmosfera a cui ho voluto dare vita è delicata e internazionale” racconta la progettista che
dona agli ambienti funzionalità e una grande sensazione di freschezza.
La palette dei colori non osa tinte forti, stemperando
i bianchi e i tortora. Forte è, invece, il segno
dell’arte, passione dei giovani committenti, che
diventa sempre più protagonista della casa contemporanea.
I pezzi d’autore animano i nuovi spa- zi, abbandonando l’idea di creare algide atmosfere
museali. L’appartamento, inondato dalla luce che
entra dalle ampie finestre, era la naturale location
per le suggestive opere prodotte dallo stesso proprietario.
“Abbiamo ripensato agli spazi, considerando
fin dall’inizio, la propensione a voler arricchire
le pareti” spiega l’interior design Bertola.
Un ventaglio di ambienti si apre attorno
all’ingres so che da semplice zona di passaggio si trasforma
in raffinato scrigno bianco. Una cascata luminosa
di dischi di conchiglia esalta la meravigliosa banquette
realizzata su disegno della progettista. Due
divani prodotti da Flexform, tavolini Lithos in acciaio
verniciato e un tappeto in seta dalle tonalità
tenui, rendono particolarmente accogliente il soggiorno.
Il lampadario Mondrian, che lo sovrasta, in

vetro soffiato e ottone, diventa una rigorosa scultura.
Ripreso nella adiacente sala da pranzo appare
come l’asse mediano di una leggera e interessante
simmetria: armadi contenitori Alcor si fronteggiano
e delicate lampade a parete in alluminio verniciato
vengono specchiate. Le linee classiche, definite
con il committente, hanno guidato l’interior
design nella scelta degli elementi tipici dell’epoca
georgiana: tonalità neutre, eleganti modanature e
raffinate porte di arredo realizzate su misura. “Ho
pensato di creare un delicato gioco di equilibri
che unisse i due stili ma che non appesantisse lo
spazio” ricorda l’architetto. Imponente la cucina in
cui domina un’isola centrale di marmo Calacatta,
mentre i corridoi conservano un carattere timido
e riservato: una parete rivestita in carta da parati
Wall&Deco nasconde una romantica petineuse
segreta. A sorpresa, i bagni rompono lo schema
cromatico, introducendo contrasti di colore e nuovi
materiali pregiati, come il marmo. Tre bagni e tre
composizioni stilistiche differenti, ma molto intriganti.
Il fascino del passato è stato riscattato da
uno sguardo contemporaneo orientato alla sottrazione,
in cui l’occhio è libero di spaziare, potendo
solo intravedere ambienti e decori.

VILLE E CASALI
APRILE 2017 – PDF

ELLEDECOR.IT

On
by Nomade_Architettura

ARREDAMENTO INDUSTRIALE IN UN LOFT A SHOREDITCH

Un ambiente moderno che parla del passato, è l’ultimo progetto di ristrutturazione di Nomade Architettura a Londra

LA ZONA GIORNO OCCUPA LA PARTE INFERIORE DEL LOFT, CON UNA CUCINA A VISTA, LA ZONA PRANZO E L’AMPIO SOGGIORNO A DOPPIA ALTEZZA, SUL QUALE AFFACCIA ZONA NOTTE POSIZIONATA SUL SOPPALCO
Caratterizzato da arredamento industriale, questo loft di 110mq firmato Nomade Architettura all’interno di un ex edificio industriale a Shoreditch nasce con l’obiettivo di creare un ambiente in grado di parlare della storia passata delle mura che lo ospitano.
Al piano inferiore, ad accogliere gli ospiti, un ampio salotto dove a fare da protagonista è il divano Tufty Time by B&B Italia in due colori: zafferano, che si sposa con i toni caldi del parquet e della parete con mattoni a vista in perfetto stile industriale; e grigio, che si abbina al portone d’ingresso.
Sempre qui, il tavolino Edisom by Maison du Monde, una Credenza Cincinnati 4A by Organic Modernism. Anche il tavolino al centro è disegnato da Maison du Monde, e il tappeto è firmato Dalani. Al soffitto, le lampade a sospensione dal sapore industrial chic Amp Lamp by Normann Copenhagen.

La cucina, realizzata su disegno (ad eccezione degli sgabelli, che sono firmati Cargo), gioca sui toni caldi del legno in contrapposizione ai colori scuri del ferro grezzo cerato dei complementi in stile industriale (come gli sgabelli vintage) e della scala che porta al piano superiore del loft.
A terra, oltre al parquet, delle fantasiose piastrelle poste sotto il piano cottura e l’isola centrale. Dallo stile, ricordano dei coloratissimi azulejos portoghesi e sdrammatizzano l’amosfera.

Dalla cucina, si accede a una zona pranzo dove a fare da protagonisti ci sono una credenza su misura, il tavolo industriale in legno Virginia by Cargo abbinato a sedie Wishnone by Cultfurniture, la cassetiera Luna 10 by Organic Modernism, e la libreria Morgan by Cargo. Le luci, sono Plumen by Made.com.

LEGGI ANCHE → Restyling in stile industriale per un loft a Praga

Dalla scala si accede al piano superiore, occupato dalla zona notte, composta da camera da letto matrimoniale e bagno en suite. Qui, il letto è su misura e le lampade stile industrial a parete sono firmate Made.com.
Per il bagno, è stato realizzato un mobile lavabo su misura, sopra il quale è stato apposto uno specchio Grundtal by Ikea. Tutti i bagni della casa hanno un gusto retrò, con cementine che caratterizzano l’ambiente.

LEGGI ANCHE → Stile industriale per una cozy house a Melbourne

Il piano interrato della casa è stato convertito in una taverna per le feste, con una cucina Grevsta by Ikea, un frigorifero Smeg e un tavolo da pranzo su misura. Le luci, sono firmate Made.com e la zona tv, con un mobile by Dalani, è circondata da un ampio divano Vallentuna by Ikea.

ELLEDECOR.IT
Marzo 2017 – PDF

©​ Nomade Architettura 2016 - P.Iva 03093680126
Francesco Arrighetti Web Design

Email: info@nomadearchitettura.com