Archive

Ago 2015

HOMIFY

On
by Nomade_Architettura

copertina_verticale

La scoperta di un tesoro a Milano
Eugenio Caterino Pubblicato 30.07.2015

La ristrutturazione è come la correzione di disegno: si possono cancellare qua e là delle linee, ma non è possibile iniziare di nuovo da zero. Per evitare di fare un disastro, la gomma va usata con cautela, magari riuscendo principalmente a rendere il tratto principale più delicato in alcuni punti e più marcato in altri. Oggi andremo a Milano, precisamente nel cuore dei Navigli Milanesi, per vedere un esempio di ristrutturazione dove si è voluto giocare con stili e cromie diverse. Il progetto è stato condotto da Nomade Architettura e Interior Design.
Abbiamo scelto questa immagine come prima fotografia del progetto per far capire meglio la complessità e al contempo la semplicità del progetto di ristrutturazione. Qui, sia l’architettura d’interni che gli arredi sono capaci di raccontare una storia fatta di carattere e personalità: come vedrete meglio tra poco, questo interior non è per nulla banale.
Ci troviamo sul lato opposto rispetto alla prospettiva precedente. Questo spazio rappresenta il soggiorno, una camera ampia che però riserva una sorpresa. In fondo, infatti, possiamo individuare una struttura cubica che cela qualcosa che tra un attimo vi sveleremo, ma che è facilmente intuibile.
Il soggiorno dà una grande importanza alle travi in legno del soffitto che prima della ristrutturazione erano completamente coperte. Oltre a ciò, anche gli infissi sono stati mantenuti originali, in contrasto con delle scelte d’interior molto più spinte. In questo modo, si è fornito a questo progetto una peculiarità stilistica unica, che unisce il nuovo con il vecchio.
Vetro e ferro, con il legno che si aggiunge con la zona pranzo. La cucina è circoscritta da una struttura scatolare che le permette di essere visivamente parte della zona living, ma anche di stare in disparte.
La cucina si sviluppa su 3 lati principali: a sinistra troviamo il lavabo, al centro il piano cottura e a destra il piano di lavoro. Tutto questo per una cucina moderna davvero esemplare. Il colore nero si alterna ai toni chiari del top e delle pareti. Un dettaglio particolare: avete notato il pavimento in ceramica?
Era difficile eleggere una camera “preferita” in questo progetto di ristrutturazione. Ad ogni modo, le nostre preferenze sono ricadute per il bagno. Questo ambiente è arredato con assoluta semplicità e lascia ampio respiro ai rivestimenti scelti: le ceramiche in bianco e azzurro. Lo specchio, il lavabo, l’illuminazione e la vasca, un insieme di arredi dal design semplice ma affascinante.
Il bagno punta sulla luminosità e questa cosa è ancora più chiara guardando la doccia separata dal resto dell’ambiente da una lastra in vetro trasparente. Se questo bagno vi ha fatto venire voglia di ristrutturare il vostro, date uno sguardo alle nostre idee con questo stile.
Attraversiamo un piccolo corridoio per andare a vedere la zona notte.
La camera da letto di certo non lascia delusi. Abbiamo trovato molto interessante la parete della testata del letto che è stata dipinta di blu. In questo modo si enfatizza il resto dell’arredo scelto con colori principalmente neutri.
Terminiamo il nostro articolo con questo dettaglio delle decorazioni nel soggiorno. L’atmosfera di questo interior è sicuramente calda e avvolgente, con un gusto incredibile per quanto riguarda il design. Non trovate?

HOMIFY
Agosto 2015 – PDF

HOMIFY

On
by Nomade_Architettura

copertina_verticale

Vivreste mai in un pollaio?

Oggi ci troviamo a Torino per scoprire un’abitazione tutt’altro che convenzionale. Ebbene si, questa volta non si tratta né di un comune appartamento né di una villa restaurata, bensì di un pollaio che, grazie all’invettiva degli esperti di Nomade Architettura e Interior Design, è stato trasformato in un’ impeccabile residenza per una giovane coppia. Il risultato finale non è altro che un mix tra lo stile country della struttura e il carattere moderno e divertente dei proprietari stessi, che si è ovviamente riversato nella scelta stilistica degli arredi. Ma non indugiamo oltre, e procediamo con l’esplorazione di questa singolare abitazione.

Esternamente la struttura ha mantenuto il suo aspetto originario. Solo gli infissi, laddove presenti, sono stati modificati, mentre dove vi erano delle semplici aperture sono state aggiunte piccole finestre dallo stile moderno. Linee semplici ed essenziali caratterizzano porte e finestre, così come la scelta delle ampie trasparenze e del colore rosso per le cornici. Le facciate, coerentemente con uno stile rurale, sono in mattoni a vista, mentre il tetto è leggermente spiovente. A rendere il tutto più armonico, piante di edera percorrono le altezze e ricoprono intere aree delle facciate. Infine, accanto all’ingresso due grandi ruote di carro sovrapposte e poggiate al muro, gli donano maggior carattere.

Il living

Una volta nell’abitazione ci si imbatte nell’area living. Pareti intonacate si alternano a pilastri in mattoni rossi. Il pavimento è rivestito da tipiche mattonelle in cotto mentre il soffitto non è altro che la base del soppalco sovrastante. Un piccolo cucinino corredato di tendine a quadretti rossi e bianchi è posto tra il camino e la parete, mentre blocchi di basi posti in altri punti dello spazio fungono da piano d’appoggio. In un ambiente fortemente caratterizzato da sfumature di marrone, spicca la punta di rosso ricorrente: il frigorifero a libera istallazione, la piccola scaffalatura accanto la credenza, le tendine del cucinino, il divano, le opere affisse alle pareti e infine, le già citate cornici degli infissi.

Angolo salotto e accesso al piano superiore

Tavolo e piani di lavoro sono stati creati su progetto in uno stile tipicamente industrial. Dello stesso genere è una bobina in legno che, posta al centro dell’area relax, funge da originale tavolino. Un ampio baule posto orizzontalmente e alla base della vetrata dona un tocco vintage all’ambiente che nel complesso, forse proprio grazie alla mescolanza di più stili diversi, risulta caldo e accogliente.

Vista dall’alto

Una piccola scala in muratura rivestita da mattonelle in cotto permette l’accesso al piano rialzato, per poi proseguire con una struttura in ferro e legno che conduce al soppalco. Questa è la vista che si gode da qui su. Si nota come il contatto con l’esterno sia rimasto forte: ampie vetrate trasparenti permettono di vivere il giardino con lo sguardo, oltre che diffondere una luminosità preziosa, mentre piante e fiori di ogni genere e tipo adornano gli spazi.

Stanza svago

Al piano rialzato è stata ricavata una stanza destinata allo svago. Un tavolo da calciobalilla è posto al centro della stanza, mentre a parete un enorme cassettiera in legno funge da contenitore ed espositore. Sulla sinistra si nota una mensola dove è stata disposta un pila di libri, mentre accanto uno specchio quadrato con la cornice in legno sembra quasi essere un piccolo varco verso l’ambiente precedente.

Camera da letto e angolo studio

La camera da letto è posta sul soppalco. Lo spazio è piccolo ma ben organizzato. I colori spiccano e rendono l’ambiente allegro e giovanile. Il letto, ricoperto da un copriletto turchese, è posto esattamente sotto il grande lucernario, unica fonte di luce dell’intera stanza. Il soffitto è caratterizzato da ampie toghe e travi in legno che costituiscono la parte sottostante del tetto spiovente. La parete di fronte il letto contiene piccoli vani a scomparsa, mentre una grande scrivania di legno posta dal lato opposto rispetto all’ingresso della stanza, da vita ad un angolo studio di tutto rispetto.

Non male per essere un vecchio pollaio, non credete?

HOMIFY
Agosto 2015 – PDF

©​ Nomade Architettura 2016 - P.Iva 03093680126
Francesco Arrighetti Web Design

Email: info@nomadearchitettura.com